Come indossare gli stivali da donna

Sexy o sportivi, ultrapiatti o con il tacco a spillo, lunghi o corti, gli stivali sono un evergreen.
Possono essere indossati in tanti modi, per aggraziare o slanciare le gambe, per rivestire ed accessoriare, ma
quel che conta e' che possono essere indossati sempre e da qualche anno in tutte le stagioni. Molti stilisti, infatti, hanno scelto i tessuti piu’ adatti alla stagione calda proponendo modelli traforati e a gabbia in una vasta gamma di colori.
Indossato alla cavallerizza con la minigonna o con vestitino e leggings lo stivale aggiunge un tocco irresistibile e completa la mise pi?eccentrica.
Fra le tinte pi?trendy di quest’anno ci sono il blu elettrico e il grigio perla, declinati in una notevole variet?di modelli, da quelli pi?comodi a punta tonda e tacco basso, alle calzature a punta con tacchi mozzafiato. Tra tutti spiccano le cuissardes, stivaloni lunghissimi alla coscia, aderenti come una seconda pelle, come quelli che fecero impazzire Richard Gere in ‘ Pretty woman’ quando ad indossarli era Julia Roberts. Sexy e molto aggressivi si indossano con shorts e cappottone, con jeans superaderenti e giacche dal taglio maschile per sdrammatizzarne l’effetto durante il giorno. Assolutamente di tendenza per passeggiare in citt?nelle giornate
di pioggia sono anche gli stivali antipioggia, coloratissimi e sempre pi? studiati nei particolari.
Nati come calzature prevalentemente maschili, gli stivali per anni non hanno avuto una grande applicazione nell’abbigliamento femminile.
E’ solo negli anni ’ 60, dopo la rivoluzionaria invenzione della minigonna, che cominciano ad assumere un ruolo importante.
Le gonne sono diventate pi?corte e gli stilisti sentono l’esigenza di allungare le calzature, almeno fino al ginocchio. Negli anni successivi si alterneranno una serie di modelli, da quelli alla caviglia a quelli lunghissimi quasi inguinali, dai cuissardes agli anfibi unisex degli anni novanta, senza tralasciare le forme pi?classiche e sobrie dello stivale classico.

Articolo di Fabiola Di Giov AngeloTratto dal n. 2/10 di GpMagazine (www.gpmagazine.it)